fbpx

Attendere...

GREEN PASS IN PALESTRA

Come funziona?

GREEN PASS IN PALESTRA

Come funziona?

GREEN PASS RAFFORZATO IN PALESTRA

Obbligatorio dal 10 Gennaio 2022

Il Green-Pass, o meglio la “Certificazione verde COVID-19 – EU digital COVID certificate” nasce su proposta della Commissione europea per agevolare la libera circolazione in sicurezza dei cittadini nell’Unione europea durante la pandemia di COVID-19.

Il Green Pass “rafforzato” si ottiene con le certificazioni di vaccinazione e di guarigione al covid-19, mentre il Green Bass “base” si può ottenere anche tramite tamponi.

Dal 10 Gennaio 2022 per accedere in palestra è necessario il Green Pass di tipo “rafforzato”.

LEGGI LA NORMATIVA

Per ottenere il Green-Pass “rafforzato” è necessario che si verifichino le seguenti situazioni:

– Aver fatto la vaccinazione anti COVID-19 (in Italia viene rilasciato dopo 15 giorni dalla prima somministrazione);

– Essere guariti dal COVID-19.

Per accedere in una qualsiasi palestra in Italia è necessario aver effettuato almeno la prima dose di vaccino, puchè siano passati 15 giorni dalla somministrazione.

Il Gree-Pass viene rilasciato in diverse modalità: tramite siti Web e tramite App occorre identificarsi con SPID o CIE oppure tramite Medici, Pediatri e Farmacie. 

Tramite Web: tramite il sito ministeriale Certificazione Verde COVID-19 o tramite Fascicolo Sanitario Elettronico;

Tramite App: Immuni e IO;

Tramite il tuo medico, il pediatra e il farmacista, accedendo con le proprie credenziali al Sistema Tessera Sanitaria, potranno risalire alla tua Certificazione verde COVID-19 (Green-Pass). La Certificazione verde COVID-19 ti sarà consegnata in formato cartaceo o digitale.

Maggiori informazioni

Per assistenza tecnica (per esempio sull’uso della piattaforma o delle APP) chiama il Call center 800 91 24 91 (attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20) oppure scrivi a cittadini@dgc.gov.it.

L’autenticazione del Green Pass avverrà tramite lettura del QR-Code del documento cartaceo o digitale, insieme al proprio documento di identità.

Dal 6 Agosto 2021 in NiceFit sarà richiesto di verificare in reception il proprio Green-Pass in cui sarà poi registrata la data di scadenza. La validazione sarà effettuata solo la prima volta fino a nuova abilitazione.

IMPORTANTE: il personale NiceFit è autorizzato al controllo della validazione dei Green Pass, così come espressamente richiesto dalla circolare del Ministero della Salute 28 giugno 2021.

No. Nonostante l’intruduzione del Green-Pass per le palestre, non è ancora consentito rinunciare alle più comuni raccomandazioni di sicurezza:

– Indossare la mascherina durante l’allenamento (tranne nelle fasi di workout);

– Mantenere la distanza di sicurezza di 2mt;

– Igienizzare le attrezzature dopo il suo utilizzo;

– Sostare negli spogliatoi il più breve tempo possibile.

Vedi le Linee Guida

Con una circolare del Ministero della Salute del 4 agosto 2021, sono stati regolamentati i criteri di esenzione del Green Pass per motivi di natura medica.

La certificazione di esenzione alla vaccinazione viene rilasciata nel caso in cui si verificano condizioni in cui al soggetto è sconsigliata la vaccinazione in forma permanente o temporanea.

La certificazione potrà essere rilasciata, in formato cartaceo, direttamente dai Medici di Medicina Generale, Pediatri o dai Medici vaccinatori degli hub della propria Regione e ha una validità massima fino al 31 dicembre 2021.

Le certificazioni dovranno contenere:
‒ i dati identificativi del soggetto interessato (nome, cognome, data di nascita);
‒ la dicitura: “soggetto esente alla vaccinazione anti SARS-CoV-2. Certificazione valida per
consentire l’accesso ai servizi e attività di cui al comma 1, art. 3 del DECRETO-LEGGE 23
luglio 2021, n 105;
‒ la data di fine di validità della certificazione, utilizzando la seguente dicitura “certificazione
valida fino al _________” (indicare la data, al massimo fino al 30 settembre 2021);
‒ Dati relativi al Servizio vaccinale della Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Regionale in
cui opera come vaccinatore COVID-19 (denominazione del Servizio – Regione);
‒ Timbro e firma del medico certificatore (anche digitale);
‒ Numero di iscrizione all’ordine o codice fiscale del medico certificatore.

I certificati non possono contenere altri dati sensibili del soggetto interessato (es. motivazione clinica
della esenzione).

Le persone con certificazione di esonero potranno accedere alle attività soggette al Green Pass continuando a mantenere le adeguate misure di prevenzione, ossia: mascherine, distanziamente e cura dell’igiene.

Per saperne di più
Translate »
×